Young4Young
Facolta' di Scienze della Comunicazione Sociale

giovedì 18 settembre 2014

Molte lingue, uno spirito solo

di Rita Dal Canto

Pentecoste: dono di rinnovamento interiore e riscoperta della fede. Benedetto XVII invita alla testimonianza della carità vera

domenica 27 maggio 2012



«Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovarono tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano... e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi» (At 2, 1-4).

Il termine Pentecoste deriva dal greco Hemèra e Pentakostè, ovvero cinquantesimo giorno, indica il periodo dopo la Pasqua in cui si celebra per i cristiani la discesa dello Spirito Santo, ed è una delle feste più antiche: già Tertulliano e Origene nel III secolo ne indicano la ricorrenza annuale.

Grazie al dono dello Spirito Santo che si manifesta agli apostoli riuniti nel cenacolo, i discepoli si fanno veri testimoni dell'amore del Padre per l'uomo e portano la lieta notizia del Vangelo in ogni angolo del mondo.

Oggi la festa di Pentecoste viene sempre più riscoperta come cardine della fede cristiana: non si sa nè da dove viene nè dove va lo Spirito, soffia dove vuole e visita il cuore dell'umanità contemporanea che non si sazia mai di comprendere l'amore vero, quello con la A maiuscola, che viene dal cielo.

L'udienza che si è tenuta ieri, Sabato 26 maggio 2012, presso la Santa Sede tra Benedetto XVII e il  Rinnovamento nello Spirito Santo nel quarantesimo anniversario della fondazione del movimento, ne è un vivo esempio: il Santo Padre ha infatti ricordato come sia necessario farsi guidare dalla potenza dello Spirito per poter essere testimoni credibili in questo mondo, come riporta anche l' Osservatore Romano.

Il movimento infatti centra tutta la sua evangelizzazione sulla potenza dello Spirito Santo ed è un esempio di come questo fuoco vivo riesca davvero a far innamorare le persone della vita, in un'ottica di carità reciproca e di riscoperta della vita interiore, mettendo a frutto i carismi ricevuti e rendendosi aperti alle esigenze dei più deboli, degli emarginati e delle famiglie.

Retakers, i volontari del decoro invadono la capitale

Gruppi di cittadini che si incontrano per rimuovere sporcizia e affissioni abusive dai quartieri degradati...

Mondiali il giorno dopo: chi piange e chi ride

La Germania è campione del mondo per la quarta volta nella sua storia. Nella serata di Rio de Janeiro,...

In giro per il mondo in nome della tolleranza religiosa

Cinque giovani, un anno fa, hanno intrapreso un cammino lungo 12 mesi che li ha portati a contatto con...

Che sapore ha la Solidarietà?

22 maggio 2014. Si può parlare con un sorriso di tumore in Africa? Un evento organizzato all’Università...

Cancro in Africa, combattiamolo con l’informazione

Ancora oggi in Africa il tumore è un tabù che emargina. La onlus Afron da anni combatte lo stigma del...

   Ti racconto il Sudan giovane
   Quel gabbiano, spettatore di santità
   Il primo meeting dei salesiani cooperatori della regione Italia-Medio Oriente-Malta
   Cultura che unisce
   La musica del silenzio