Young4Young
Facolta' di Scienze della Comunicazione Sociale

sabato 13 febbraio 2016

Il terrore sulla porta

di Gian Carlo Olcuire

Messaggio anonimo n. 5

lunedì 09 luglio 2012



Disegno di Saul Steinberg

Ogni soglia ha il potere di condizionare in senso negativo il tono dei messaggi. Vero è che siamo segnati da Dante («Per me si va nella città dolente, per me si va nell’eterno dolore, per me si va tra la perduta gente... Lasciate ogni speranza, voi ch’entrate»), ma non si capisce perché si debba sempre mettere in guardia gli altri spaventandoli. «Attenzione: se fumate a letto, la cenere che cadrà potreste essere voi» è scritto dietro la porta delle camere, in un albergo francese.
Già più comprensibili sono gli avvertimenti ai malintenzionati. Francesco Piccolo, narratore e sceneggiatore, segnala il cartello sulla porta d’ingresso dei supermercati o nei negozi: «Si avvisa la spettabile clientela che i prodotti sono protetti da un sistema di allarme». E commenta: «Ci chiamano “spettabile” intanto che ci dicono: siete dei ladri, ma state attenti che vi becchiamo» (da Momenti di trascurabile felicità, ed. Einaudi).
Infine, ad Acqui Terme, in Via Ghione, un cartello commovente: Porta allarmata. Fa tenerezza una porta, quando diventa umana. Volevano dire dotata di allarme e non si sono resi conto che quel participio passato manda un messaggio alla rovescia. Si è tentati di entrare per dire alla porta, come a una bimba che non riesce a prendere sonno: «Non aver paura, ci siamo noi».

Pubblicato il bando del premio L'Anello Debole 2016

...

"The Transporter Legacy", un pasticcio che piace

Uscito da poco in dvd, atmosfera commercialotta, taglio fumettistico, pastrocchi di regia... Piace a...

Comunicare non è separare i giusti dai peccatori

Il coraggio di ammonire chi sbaglia ma anche la responsabilità di non spezzare la relazione. Il più...

Il video del Papa. Ecco chi lo ha realizzato

Poco più di trent’anni, un MBA in Marketing e un passato in McCann Erickson. Juan Della Torre oggi...

Everest, ovvero il limite e la paura

Esce in dvd il 20 gennaio il film di Baltasar Kormákur che racconta la storia vera di una disastrosa...

   Crescere non è sinonimo di dimenticare
   Le bufale più famose del 2015
   Meno certezze, più pensiero critico. Così si rifonda la comunicazione
   The Pills: da Youtube al cinema con "Sempre meglio che lavorare"
   Quel Giubileo di Francesco che celebra l’immagine