Young4Young
Facolta' di Scienze della Comunicazione Sociale

venerdì 28 novembre 2014

Ma come è trendy la moda in Internet

di Giada Gentili

Per primo tra i grandi stilisti Giorgio Armani, nel giugno scorso, è sbarcato su twitter con il progetto interattivo Armani Tweet Talks. Ma i blogger da tempo sono diventati un punto di riferimento per le nuove generazioni

lunedì 23 luglio 2012



La blogger Chiara Ferragni

I nativi digitali. Cos√¨ vengono chiamati i giovani nati nell'era di internet. √ą naturale, oggi, per gli adolescenti sapere cosa sia un'app, come funziona Twitter, cosa sia l'I-pad, l'I-pod, un'I-phone. Ogni aspetto della vita sociale e, spesso, anche personale dei giovani √® riversato sul web, nei social-network o nei blog. La moda non √® da meno. Le protagoniste del momento a riguardo sono le fashion blogger che, per chi fosse ateo in materia, sono ragazze che pubblicano quotidianamente sul web i loro outfit. Per dirla in italiano: mostrano giorno per giorno il loro abbigliamento a seconda degli impegni e degli eventi a cui partecipano.

Uno dei primi blog di successo sulla moda √® stato the Sartorialist, creato da un ragazzo che inizia a scattare e pubblicare le sue foto nel lontano 2005. In Italia la pi√Ļ seguita √® Chiara Ferragni, fisico da modella, bionda, eterea e giovane milanese che con il suo blog ‚ÄúThe Blonde Salad‚ÄĚ √® conosciuta e seguita da tutto il mondo. In Francia la figura pi√Ļ curiosa e famosa √® Stephanie Zwicky, che come unica caratteristica in comune con la Ferragni ha la vasta collezione di scarpe e borse nell'armadio. Mora, dall'aspetto poco comune e indossatrice plus-size, niente 38 obbligatoria ma taglie comode: una testimonianza viva che √® possibile essere alla moda senza rinunciare al piacere del cibo o avere complessi di sorta sul fisico. In quasi tutti i paesi europei e negli Stati Uniti troviamo figure di riferimento del genere che diventano vere e proprie star per le persone comuni.

Fin qui pi√Ļ o meno nulla di strano, anche se magari qualche adulto storcer√† un po' il naso al pensiero che dei ragazzi possano diventare famosi e creare una vera e propria attivit√†, grazie alla scelta dell'abbigliamento. Ma incuriosisce la scelta di Giorgio Armani, stilista ultra settantenne, che ha scelto il social-network Twitter per parlare di moda con i suoi fan. Oltre al suo sito ufficiale, Armani dall'inizio di Giugno ha creato infatti un progetto interattivo chiamato ArmaniTweet Talks (si pu√≤ trovare su Twitter facendo precedere il nome della piattaforma dall' hashtag) supportato proprio da Twitter, in cui sono previsti interventi di grandi esperti del settore che qualsiasi persona potr√† commentare e a cui potr√† porre domande. Delle conferenze vere e proprie quindi, ma digitali. Il pubblico interessato potr√† quindi accedervi anche leggendo le cronologie delle discussioni gi√† svolte.
 
Armani si dimostra all'avanguardia rispetto ad altri stilisti, magari pi√Ļ giovani, e non solo nel campo della moda, ma anche della comunicazione, facendo cos√¨ un passo in avanti verso le nuove generazioni per parlare con i loro mezzi. Se prima, infatti, gli appassionati di moda racimolavano soldi per andare a comprare l'ultimo numero di "Vogue" o "Cosmopolitan" in edicola per commentarlo poi tra i banchi di scuola, oggi ci si pu√≤ aggiornare e confrontare anche su internet e magari criticare e dire la propria direttamente agli stilisti in persona.

Padre Lombardi: con coraggio e entusiasmo comunico l'unione della Chiesa

L'Università Salesiana conferisce a Padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana, il...

Andate a ballare in Puglia: c'è spazio per tutti

Il significato e la ‚Äúfauna‚ÄĚ tipica delle feste di paese, dalla Festa di San Nicola a Bari alla Notte...

Rifugiamoci nell'arte. Non per soldi, ma per amore

In piena crisi ci sentiamo dire: "investire nell'arte è sicuro". Ma è la nostra umanità, non l'economia,...

Pontremoli: un'istanza contro i "sindaci sceriffo"

Nuovi sviluppi sul divieto di mendicare. Il consigliere Francesco Mazzoni manifesta alla redazione di...

Chiedi e ti sarà tolto

Pontremoli è stata solo l'ultima città in ordine di tempo a vietare ai mendicanti di chiedere la carità....

   Da duecento anni don Bosco ¬ępatrimonio del mondo¬Ľ
   Voglio andare a vivere in campagna
   Se mi apri, ti porto una preghiera
   L'Afrique? C'est chic!
   La confessione con Papa Francesco, come parlare con un nonno