Young4Young
Facolta' di Scienze della Comunicazione Sociale

martedì 27 gennaio 2015

Maleduca(ca)te

di Gian Carlo Olcuire

Messaggio anonimo n. 7

lunedì 23 luglio 2012



Disegno di Saul Steinberg

È frequente, nelle toilette, trovare inviti dolci: «Si prega di lasciare questo luogo come vorreste trovarlo» o «La migliore mancia è il rispetto di questo ambiente». A contatto col peggio di noi, è facile abbrutirsi e dimenticare le regole del convivere: succede anche nelle migliori famiglie (vedi chi la fa fuori del vaso, chi non usa lo spazzolone o chi non lascia carta igienica per il successore al trono).
Ma quando si passa alle deiezioni canine, il tono soft scompare e l’animalità altrui porta alla ferocia: «Al gentile padrone del cagnetto: fai più schifo di quello che non hai raccolto». C’è persino chi ha pensato di procurarsi degli spilloni, come quelli infilzati nei formaggi col cartoncino del prezzo. Solo che questi non si infilzano nei formaggi e, al posto del prezzo, hanno la frase: «Io sono ancora piccolo. Quello grande e grosso è il padrone del cane». Infine la migliore, per eleganza e discrezione: «Sei ciò che lasci». Quasi un invito a fare testamento.
Per fortuna c’è chi è più tenero e ha preparato un poster con un cane sorridente che implora: «Ho bisogno del tuo aiuto per non lasciare la cacca sul marciapiede». Oppure ha raffigurato un cane seduto sul water, con la scritta (vista a Pergine Valsugana): «Vorrei fare tutto a casa, ma il mio padrone, maleducato, non me lo permette».

Fenomeno Suor Cristina, «una partita non facile da giocare»

Sin dal suo provino a The Voice la suora orsolina divide il pubblico tra chi crede nel suo progetto e...

Seminaristi su Facebook, uno su due ha un profilo

Prossimo in uscita “La Chiesa ‘nella’ rete”, il nuovo libro di Rita Marchetti sull'utilizzo dei...

La voce della Jamaica: Reggae 'n' Roll a suon di pace

"La mela che non marcisce" /5 questa settimana Bob Marley, musicista indimenticabile che attraverso la...

Un omaggio a Elvis Presley e la carriera è fatta

"La mela che non marcisce" /4 propone "Buon Compleanno Elvis" di Ligabue, l'album che segna la svolta...

Che fascino, l'ingenuità di Ligabue

"La mela che non marcisce"/3 ripropone il primo album di Luciano Ligabue, che quando uscì ebbe un successo...

   Solo l'educazione può salvarci dall'infobesità
   1959: il Concilio non fa notizia. Ma poi tutto cambia
   Quanto sei bella Roma, in fotografia
   Il cielo è sempre più blu, anche oggi
   Non chiamateli angeli del fango