Young4Young
Facolta' di Scienze della Comunicazione Sociale

domenica 20 aprile 2014

Incidenti: 100mila vite salvate in 10 anni

di Nerina Trettel

Gli incidenti stradali restano la prima causa di morte tra i giovani, ma il loro numero cala. Forse le campagne di sensibilizzazione servono davvero a cambiare i comportamenti

mercoledì 25 luglio 2012



Una campagna per la sicurezza stradale della Provincia di Torino

Sono morti 31mila giovani tra i 18 e i 25 anni in incidenti stradali, in Europa, nel solo 2010.
Il dato √® stato reso noto dalla Commissione europea in occasione della IV Giornata europea della Sicurezza stradale, che si celebra oggi a Cipro. A questo dato andrebbe aggiunto quello, pi√Ļ difficilmente quantificabile, degli incidenti che hanno provocato lesioni e danni permamenti. E quello che riguarda i tanto amati motorini: in Italia, secondo l'Istat nel 2010 ci sono stati 71.108 incidenti, che hanno causato lesioni a persone, in cui era coinvolto almeno un veicolo a due ruote: sono 1.244 i morti, per lo pi√Ļ giovani, e 85mila i feriti. In generale, secondo la Commissione, il maggior numero di morti li provoca l'automobile (66%), seguono le moto (20%), l biciclette (8%), altri mezzi (4%), le altre vittime sono pedoni.

Gli incidenti continuano dunque ad essere la principale causa di morte per i giovani, ma sedcondo la Commissione Europea, c'√® almeno una buona notizia, e di non poco conto:
le campagne lanciate in questi anni per sensibilizzare al problema avrebbero salvato almeno 100mila vite. Il numero dei morti tra i giovani, infatti, √® calato del 49% tra il 2012 e il 2010. Il dato incoraggia a continuare il lavoro attraverso le campagne: per prevenire la strage, infatti, ci√≤ che conta di pi√Ļ √® il cambiamento dei comportamenti e degli stili di guida personali. Nessuna misura di sicurezza o repressiva pu√≤ sostituire il senso di responsabilit√† dei giovani guidatori.

In occasione della Giornata europea sono stati lanciati un video e la nuova pagina Facebook dell'European Younth Forum for Road Safety. "

L'Afrique? C'est chic!

dal 19 al 23 marzo, ore 21, presso Fandango incontro a Roma, una mostra itinerante porta in Italia l'arte...

La confessione con Papa Francesco, come parlare con un nonno

Elisabetta è una delle cinque persone che Papa Francesco ha confessato durante la visita alla parrocchia...

The Sun, la band cresciuta insieme ai suoi fans

Dal rock alla nuova evangelizzazione calcando i palchi di tutto il mondo: una storia fatta di successi,...

C'è sempre qualcosa per cui lottare

La testimonianza di Simona ҆andrińá-Gotovac, che si √® sempre presa la responsabilit√† degli altri,...

Ri-giocattoli: riscoprire il Natale tra solidarietà ed ecologia

Si rinnova anche quest'anno, nel periodo natalizio, la proposta della Comunità Sant'Egidio di Roma in...

   Brutto come il debito... liberiamoci!
   Lettera aperta all'egregio professor Piergiorgio Odifreddi
   La scomodit√† del bene √® nella lista di Bergoglio
   Da Trieste a Ravenna, continua l'avventura del Fidas Coast to Coast
   Imperia e Genova, le due prime tappe del Fidas Coast to Coast