domenica 7 giugno 2020
E se Argentovivo sbarcasse sul web per parlare di giovani?
di Mariaelena Iacovone
Dopo il successo della canzone al 69° Festival di Sanremo, il cantautore Daniele Silvestri sta pensando ad un progetto online dedicato ai ragazzi e alle loro problematiche

Che la musica sia uno dei più potenti mezzi di comunicazione per dare voce a problematiche reali e urgenti non ci sono dubbi. Se poi alla musica si fa seguire un progetto concreto per approfondire tematiche affrontate in un brano, allora la sfida diventa ancora più elevata. Ed è ciò che ha in mente il cantautore Daniele Silvestri che, dopo il successo della canzone Argentovivo al 69° Festival di Sanremo, ha raccontato di voler dare vita sul suo sito ad uno spazio dedicato ai giovani e ai loro problemi.

 

Il brano, che ha vinto il Premio della Critica "Mia Martini", quello della Sala Stampa "Lucio Dalla” e infine il Premio "Sergio Bardotti" per il miglior testo, è graffiante e il suo testo crudo e incisivo. In Argentovivo, infatti, si parla in maniera lucida e spietata della condizione giovanile e, in particolare, del complicato rapporto tra gli adulti e il mondo dell’adolescenza. Si tratta di problematiche che da sempre riguardano le famiglie, gli educatori e i ragazzi che nell’adolescenza si trovano ad essere sospesi tra infanzia e giovinezza. Tuttavia, nell’era delle nuove tecnologie le relazioni interpersonali risultano essere maggiormente compromesse, l’adolescenza rischia di essere vissuta come una vera e propria prigione e il solo mondo in cui ci si sente adeguati è quello virtuale.

 

È sempre più evidente, allora, come le nuove frontiere della comunicazione portino con sé enormi criticità (e Silvestri non ha remore nel mostrarle e cantarne l’urgenza educativa). Ma, se invece di demonizzarle, riuscissimo a sfruttarne le opportunità e potenzialità?

Il progetto online per Argentovivo rappresenterebbe, così, un valido antidoto ai comportamenti disfunzionali che si nascondono in Rete e un’opportunità per creare uno spazio di ascolto formativo ed educativo che aiuti i ragazzi a ritrovare la loro "fiamma vitale".

 

 

23 febbraio 2019
AREA-
Finsta: l'account falso ma reale. Che ci difende meno di quello che pensiamo
di Celine Rajendran Thimena
I giovani creano account falsi su Instagram per esprimersi liberamente, senza preoccupazioni. Ma ci sono comunque almeno due rischi
6 giu 2020
I social network possono diventare ragnatele digitali? Riflessione su giovani, comunicazione e Chiesa
di Jesus PADILLA INIGUEZ
La comunicazione digitale si può trasformare in una trappola. Ma ci sono molte esperienze, anche in ambito ecclesiale, che dimostrano che possono essere usati in modo positivo
4 giu 2020
La radio non si ferma e “sconfigge” il covid-19
di Emilia Rosaria Uccello
L'incremento radiofonico durante il Covid-19: i ragazzi hanno riscoperto questo mezzo di comunicazione.
4 giu 2020
i