domenica 20 settembre 2020
Salesiani ad Expo. Dai consumi allo sviluppo sulle orme della Laudato Si’
di Ermanno Giuca e Giorgio Marota
“Casa Don Bosco” ha ospitato un pomeriggio di lavori sui temi dell’enciclica di Papa Francesco, Laudato Si’. Presentato il volume “Cura della casa comune. Prospettive per la sostenibilità”
Lo scorso 13 Ottobre, Casa Don Bosco, il padiglione dei salesiani ad Expo 2015, ha ospitato la conferenza “Il mondo il cui crediamo”, pomeriggio di riflessioni sull’ecologia finanziaria e nuove forme di sviluppo. Ad aprire i lavori sono stati l’avvocato Massimo Melpignano e l’educatore finanziario Antonio Cajelli che hanno messo in scena lo spettacolo “C’era una volta il ueist (food)”, un’irriverente lezione scolastica sull’educazione al consumo critico.

A seguire la tavola rotonda “Creazione in crisi: salvare la casa comune con i dieci comandamenti dell’enciclica Laudato Si”, in cui si sono alternati gli interventi di Don Mauro Mantovani, rettore magnifico dell’Università Pontificia Salesiana, del dott. Nicola Mele, presidente dell’associazione Nuova Costruttività e del vicepresidente dott. Luca Cipriani. In conclusione alcuni giovani studenti universitari hanno dibattuto sui temi dell’enciclica di Papa Francesco Laudato Si', presentando il volume “Cura della casa comune. Introduzione a Laudato Si' e prospettive per la sostenibilità” curato dal prof. Joshtrom Kureethadam. Durante gli incontri l’attrice Paola Caterina D’Arienzo ha interpretato e narrato alcuni tratti dell’enciclica.
16 ottobre 2015
AREA-
Ambiente: le iniziative non bastano, serve una maggiore coscienza diffusa
di Marta Immarrata
Dati sempre più dati allarmanti attestano che la situazione sta degenerando sempre più. È fondamentale una maggiore sensibilizzazione dei giovani
21 giu 2019
Vengono dalle montagne dell'Honduras i caffé biologici più buoni
di Luis Estevez Estevez
Viaggio sulla Montagna di Merendòn, per scoprire le coltivazioni superpremiate
11 giu 2019
Perù: fiumi inquinati e piombo nel sangue degli indigeni
di Roberto Carrasco Rojas
Uno studio rivela che sono quasi 400 le comunità che vivono superando i limite permesso di piombo nel sangue. E le istituzioni non reagiscono
22 gen 2019
i