lunedì 24 febbraio 2020
Medellìn, la “città intelligente” dell’America Latina
di Ermanno Giuca
Lo studio mondiale condotto dal Cintel promuove la città colombiana come modello di smart city. In testa anche Spagna e Portogallo. Maglia nera per l’Italia
Parlare di città intelligenti (smart city in inglese) va di moda oggi. Per il Centro de Investigacìon de Telecomunicaciones (Cintel), la smart city non è altro che «quella città caratterizzata da un uso intensivo della tecnologia finalizzato alla creazione o al miglioramento dei sistemi che compongono la città». Indra, società specializzata in soluzioni tecnologiche per le città intelligenti, ha pubblicato i risultati di un’indagine globale sullo stato stato delle città in termini di tecnologia e sostenibilità, a supporto dei servizi offerti ai cittadini.

L’indagine ha coinvolto 2.123 persone (68% uomini e il 32% donne) provenienti da 32 paesi e 234 città. Ai cittadini sono state rivolte più domande: il tempo impiegato per raggiungere il posto di lavoro, la percezione della sicurezza, una valutazione di risposta alle emergenze, qualità del servizio sanitario, livello di sostenibilità e infine l’utilizzo di strumenti di gestione elettronica. Gli intervistati hanno dato un punteggio da 1 a 10 per ciascuna delle voci. A conquistare uno dei punteggi più alti in sostenibilità e impiego di tecnologia è Medellìn. La ricerca indica che la città colombiana è tra le poche al mondo con un tempo per raggiungere il posto di lavoro al di sotto della media mondiale (42 minuti in confronto ai 46 minuti di media). «Questo - spiega la ricerca - è dovuto alla realizzazione di tecnologia intelligente per la gestione del traffico e dei trasporti”.

Anche se a salire sul podio, per minor tempo impiegato, sono la città spagnola La Coruna (14 minuti) e Lisbona (24 minuti), le ciudades latino americane battono tutti per gli alti risultati di sostenibilità ambientale. I ricercatori hanno, infatti, confermato come la città investa fortemente sulle energie rinnovabili, sul contenimento dei consumi quotidiani e sui premi per incentivare l’efficenza (l’illuminazione stradale è stata sostituita con lampade a LED). Per la sostenibilità ambientale i cittadini colombiani hanno assegnato a Medellìn un punteggio di 7,8 in confronto alla media mondiale di 5,2.

E l’Italia? «Roma è una delle città europee che ci ha sorpreso maggiormente» affermano i ricercatori. «Tutti i livelli di giudizio si posizionano al di sopra della media mondiale con un tempo stimato di 50 minuti per raggiungere il proprio posto di lavoro e una sostenibilità della città pari a 4,3 punti». Carente anche l’informatizzazione urbana con un punteggio di 3,5 rispetto ai 5,2 di media mondiale. Ancora una volta l’America Latina ci fa da maestra per innovazione e sostenibilità. E noi italiani, quando recupereremo?

Articolo originale su ElTiempo.com



19 agosto 2014
AREA-
Amazzonia: la Chiesa non può tacere
di Ermanno Giuca
La regione panamazzonica è una risorsa per tutto il pianeta e va preservata dallo sfruttamento di risorse e popoli perpetuato dai Governi locali Intervista con Mons. Néstor Vidal Montesdeoca Becerra
8 ott 2019
Ambiente: le iniziative non bastano, serve una maggiore coscienza diffusa
di Marta Immarrata
Dati sempre più dati allarmanti attestano che la situazione sta degenerando sempre più. È fondamentale una maggiore sensibilizzazione dei giovani
21 giu 2019
Vengono dalle montagne dell'Honduras i caffé biologici più buoni
di Luis Estevez Estevez
Viaggio sulla Montagna di Merendòn, per scoprire le coltivazioni superpremiate
11 giu 2019
Perù: fiumi inquinati e piombo nel sangue degli indigeni
di Roberto Carrasco Rojas
Uno studio rivela che sono quasi 400 le comunità che vivono superando i limite permesso di piombo nel sangue. E le istituzioni non reagiscono
22 gen 2019
La biodiversità fra paure e speranze
di Koffi Xolali Dadale
L’Indice del Pianeta Vivente mostra che in 40 anni il pianeta ha perso il 60% delle popolazioni di vertebrati. Nonostante ciò sono stati raggiunti alcuni importanti traguardi
13 gen 2019
i