sabato 20 aprile 2019
Nel corridoio della morte, a 100 anni
di Evodio Joao
Nigeria: è il condannato a morte più anziano del mondo, Celestine Egbunche, di salute precaria, ancora in attesa dell'esecuzione. Lo assiste il figlio, anche lui in carcere

Celestine Egbunche, età cento anni compiuti ad agosto scorso, da quattro anni attende a Enug Maximum Prison, in Nigeria, il giorno della sua esecuzione dopo che è stato condannato a morte per omidicio avenuto nel 2000, durante un conflitto a fuoco nello Stato di Imo. Con la salute precaria e senza capacità di capire cosa gli succede intorno, Egbunche si fa aiutare sempre dal figlio, Paul, anche lui condannato alla stessa pena del padre.

“Sono io che mi prendo cura di lui; quando non ci sono, gli altri mi aiutano a lavarlo e vestirlo. A volte lui mi chiede chi sono le persone che se trovano qui”, afferma Paul che spera tornare a casa insieme con suo padre.

Tuttavia una organizzazione non governativa di nome Global Society for Anti-corruption ha chiesto l'indulto per Egbunuche per ragioni di età e di salute. Secondo Franklin Ezeona, presidente del GSAC, l’ultima inchiesta della organizzazione ha indicato che le condizioni di salute del centenaro che soffre per anni di diabete potrà fargli perdere la vista. L’organizzazione è in attessa di rispota da parta del Governatore Federale Rochas Okorocha.

Mentre nel mondo il numero di stati che applicano la pena di morte tende a calare. Secondo il rapporto del Segretario general dell’Onu Antonio Guterres, circa 170 stati hanno abolito o messo la moratoria. Nel 2016 Madagascar e Gambia, afferma Guterres, hanno fatto passi significativi per l'abbolizione definitiva della pena di morte, in Nigeria c’è un anziano ultracentenario che non sa... quale sarà il suo futuro.

21 novembre 2018
AREA-
Nel Venezuela, in piena tragedia umanitaria, c'è ancora speranza
di Céline Louisette Rahantasoa
Intervista con Suor Duque Zoraida, delle Figlie di Maria Ausiliatrice, che lì vive e lavora. Il Paese è allo stremo, ma si spera ancora nel cambiamento.
31 mar 2019
INDIA. Continuano gli attacchi e le minacce ai giornalisti, per mettere un bavaglio all'informazione
di Celine Rajendran Thimea
C'è chi è stata bullizzata, chi è stato ucciso. L'ultimo è un attivista ambientalista, Mugilan, sparito 20 giorni fa
10 mar 2019
Le nostre vite connesse, deformate dal narcisismo
di Marta Immarrata
Passare troppo tempo sui social ci fa dimenticare che c'è una vita vera, che ci dà emozioni
14 feb 2019
Consejo Indigenista Misionero repudia medidas di Bolsonaro
di Roberto Carrasco Rojas
En sus primeros días de gobierno Jair Bolsonaro entrega tierras indígenas a hacendados del Agro. Crecen las críticas a esta medida de gobierno.
1 feb 2019
US troops in Gabon: what for?
di Juventus Mairiga
After announcing a pull-out of its troops from Syria and Afghanistan, Trump sent troops to Africa
14 gen 2019
i