giovedì 15 aprile 2021
Clima: i giovani come agente di cambiamento
di Dayana Ricciardi
Connect4Climate (C4C) è una campagna, un concorso, e una comunità che si preoccupa per il cambiamento climatico
27 settembre 2011
L'obiettivo di C4C è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi dei cambiamenti climatici e le loro conseguenze in tutto il mondo, con un’attenzione particolare inizialmente sul continente africano.
L’idea è quella di generare un forum di responsabilità sociale e di dialogo che coinvolga i giovani di tutto il mondo. Grazie alla collaborazione con diversi partner, C4C è riuscita a stimolare proprio un dialogo interattivo tra i giovani a livello globale, utilizzando soprattutto i social media. Rivalorizzando così i giovani come potenziali agenti di cambiamento, soprattutto nei paesi in via di sviluppo.

Per lanciare la campagna, Connect4Climate ha lanciato un concorso fotografico e video sul tema del cambiamento climatico indirizzato soprattutto, ma non solo, ai  giovani africani.  I giovani di età compresa tra i 13 a 30, possono inviare i propri contributi foto e/o video (di circa 60 secondi) che raccontino una storia relativa al cambiamento climatico o che presentino una buona idea per le soluzioni circa una di queste sei categorie: energie rinnovabili, agricoltura, foreste, impatto dei cambiamenti climatici sulla salute, cambiamenti climatici e gender. Le foto e i video saranno visionabili sul sito web di C4C e grazie a social media quali Facebook e Twitter si potrà raggiungere una larga diffusione dell’iniziativa tra i giovani.

Il concorso si concluderà con una mostra delle migliori fotografie e dei video più suggestivi durante la prossima Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, prevista il prossimo dicembre in Sud Africa. Così i leader mondiali e importanti ricercatori sul cambiamento climatico avranno la possibilità di guardare, ascoltare e conoscere queste storie e idee realizzate da giovani africani provenienti da tutto il continente e dai giovani di tutto il mondo. Verranno assegnati inoltre più di sessanta premi, tra cui: macchine fotografiche, telefoni cellulari, computer e zaini.

Il concorso ha avuto inizio il 15 settembre e ha come scadenza il 15 novembre. Un’iniziativa promossa dalla Banca Mondiale e alla quale hanno aderito le principali agenzie delle Nazioni Unite, Ministeri, università, imprese, fondazioni e organizzazioni della società civile di tutto il mondo, social network, organizzazioni giovanili. Per l’Italia, partecipa Cittadinanzattiva Onlus, già in passato impegnata con attività di sensibilizzazione sui cambiamenti climatici rivolte alle nuove generazioni.

Per aderire alla campagna e conoscere ulteriori dettagli si può consultare la relativa pagina Facebook: www.facebook.com/Connect4Climate.
27 settembre 2011
AREA-
Heidelberg, la città che non vuole inquinare
di Paolo Rosi
Il trasporto pubblico efficiente, una fitta rete di ciclabili, autobus a idrogeno, auto elettriche: le scelte di una città tedesca futuristica, emblema di una direzione politica intrapresa dall’UE
9 apr 2021
Gli orti urbani: una scommessa per la salute e l’economia
di Jesus Padilla Iniguez
La pandemia ha accelerato la crescita degli orti urbani come forma di sfogo contro ansia e stress. Oggi il 45% degli italiani dedica parte del tempo libero in questa attività
6 apr 2021
Tassare le emissioni: confronto serrato tra Usa e Ue
di Gianluigi Marsibilio
Le strategie per coordinarsi sulla lotta al cambiamento climatico sono un dossier prioritario sul tavolo delle nazioni. Ripensare un nuovo meccanismo di tassazione sarà dunque una sfida importante e utile a misurare le relazioni tra USA, Unione Europea e non solo.
1 apr 2021
Giornata dell’Agricoltura: per una gestione sostenibile della terra
di Jesus Padilla Iniguez
Negli Stati Uniti ogni 23 marzo, all’inizio della primavera, viene celebrata la Giornata Nazionale dell’Agricoltura. Una rivalorizzazione del settore primario in tempo di pandemia
30 mar 2021
Serve una nuova
di Gianluigi Marsibilio
I finanziamenti sono una parte fondamentale nelle strategie per la lotta al cambiamento climatico. Ne parliamo con Danielle Falzon della Brown University
24 mar 2021