martedì 25 giugno 2019
Roma. Ecco come due Radio creano solidarietà e partecipazione
di Mariaelena Iacovone
Radio Impegno va onda di notte nel nome della legalità; Radio On The Move è un laboratorio che sensibilizza il territorio

Tra le sessioni dedicate alle buone pratiche, durante il Congresso “Giovani e scelte di vita”, due incontri sono stati dedicati a interessanti iniziative radiofoniche: Radio Impegno e On The Move.

 

Radio Impegno nasce il 30 maggio 2016 a Corviale, periferia a sud ovest di Roma, ed è legata a Calcio Sociale, un’associazione che da più di dieci anni porta avanti programmi educativi per i ragazzi del problematico quartiere romano.

L’iniziativa arriva in seguito all’attentato incendiario avvenuto il 13 novembre 2015 al Campo dei Miracoli, una vecchia struttura pubblica ristrutturata e riaperta nel 2014 da Calcio Sociale. Uno shock non solo per i volontari, ma anche per la comunità, che aveva trovato in quel centro un luogo di rinascita e riscatto.

Da qui la voglia di reagire per dare vita ad una radio in diretta (sulle frequenze FM 97.7 di Radio Città Futura e in streaming) 365 notti all’anno da mezzanotte alle 8.30 del mattino.

 “Come rispondere ad un simile attacco di violenza? Con una risposta aperta, accogliente e intelligente: la radio”, commenta la volontaria Graziana Dizonno.

Radio Impegno nasce, così, per “presidiare” il Campo dei Miracoli e dare voce a tutti coloro che vogliono raccontare la Roma migliore, promuovendo i valori della legalità, dell’accoglienza e della solidarietà.

Un canale informativo libero e senza fini di lucro a cui prendono parte dal 2016 artisti, attori, giornalisti, associazioni, uomini, donne e giovani che raccontano le loro esperienze e i loro talenti, promuovono iniziative e stimolano la partecipazione sociale e politica alla vita della città.

Tutti possono partecipare, senza alcuna distinzione di età, provenienza o estrazione sociale. Ciò che conta è credere e unirsi intorno a questo ambizioso progetto per dimostrare a tutti che in quelle realtà un barlume di speranza ancora c’è.

 

La web Radio On The Move, invece, è un progetto di formazione professionale per giovani migranti, rifugiati ed autoctoni nato circa tre anni fa nella Casa Scalabrini 634, realtà di terza accoglienza per rifugiati a Roma (quindi una casa e non un centro di accoglienza). Questa iniziativa è stata ispirata da una delle attività promosse dalla ASCS Onlus nel progetto Fronteras Solidarias. Tra la Bolivia e l’Argentina, infatti, delle giovani donne vittima di tratta raccontavano ad una piccola radio le loro drammatiche storie.

On The Move vuole essere, quindi, un laboratorio e un servizio di formazione, intrattenimento e sensibilizzazione sul fenomeno migratorio.

Come ci spiega padre Gabriele Beltrami, addetto stampa dei Missionari di san Carlo-Scalabriniani, questa Web Radio può potenziare la comunicazione, la condivisione, la collaborazione e la cooperazione.

Diversamente da Radio Impegno, non è in diretta (anche se ci spiega Beltrami che questo è uno dei suoi prossimi obiettivi).

Un progetto senz’altro coraggioso che punta all’integrazione e in cui è possibile sperimentare concretamente l’incontro con l’altro.

 

24 settembre 2018
AREA-
La musica trap: una trappola per i giovani?
di Luis Estevez Estevez
È di tendenza, anche perché ha un ritmo coinvolgente, ma ha un impatto negativo, per i modelli che presenta. Intervista con il professor Cosimo Alvati
6 giu 2019
Per passare dalle community alle comunità serve aiuto reciproco, obiettivi comuni, ascolto. Relazioni, insomma
di Maria Grazia Tripi
Domenica 2 giugno si celebra la 52° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. Abbiamo parlato con Tommaso Sardelli sul messaggio del Papa
30 mag 2019
Meno narcisisti e più solidali verso gli altri. Ecco come abitare i social network
di Ermanno Giuca
«Non basta moltiplicare le connessioni per aumentare le relazioni. La rete è una risorsa non uno strumento per dividere» (Papa Francesco).
21 mag 2019
di Celine Rajendran Thimena
Intervista con l'autore, Ernest Pathi SDB, che invita a difendere la causa di una delle comunità più discriminate
17 mag 2019
Il calcio del futuro: tra allenatori virtuali e arbitri controllati da telecamere
di Andrea Santoni
La tecnologia ha investito anche questo mondo, puntando ad un business finalizzato a ridurre il più possibile il margine d'errore
18 apr 2019
i