lunedì 24 febbraio 2020
Seminario Religion Today 2018: riflessioni su credenze e valori dei giovani
di Andrea Santoni
Lunedì 5 novembre 2018 si è tenuto presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione Sociale dell’Università Pontificia Salesiana, la nona edizione del seminario Religion Today.

La Facoltà di Scienze della Comunicazione della Pontificia Università Salesiana e il Religion Today Film Festival si incontrano per il nono anno consecutivo in un seminario dedicato a docenti e studenti. L’incontro ha ribadito ancora una volta il rapporto di continuità tra la facoltà dell’Università Pontificia Salesiana e la manifestazione cinematografica. L’evento si è suddiviso in una serie di interventi che hanno stimolato i presenti a una serie di riflessioni e considerazioni sui valori e le credenze della società attuale e come queste influenzino i giovani di oggi.

 

Gli interventi sono stati aperti dal magnifico rettore dell’università, don Mauro Mantovani, che ha parlato dell’esperienza del congresso internazionale sui giovani e scelte di vita, tenutosi presso l’università dal 20 al 23 settembre. Il rettore ha posto come punto focale del suo intervento l’ascolto, decisivo nel dialogo con i giovani. Il secondo intervento è stato realizzato dal direttore artistico del Religion Today Film Festival, Andrea Morghen, concentratosi sul tema del coraggio, decisivo per stimolare giovani e adulti a credere in obiettivi e persone.

 

Nella fase centrale dell’evento è stato dato spazio a Domenico Bellantoni, psicologo, psicoterapeuta e docente universitario, il decano di facoltà, Fabio Pasqualetti e il professor José Luis Moral. Bellantoni ha trattato nel profondo il tema della ricerca di senso da parte dell’uomo; Pasqualetti ha navigato sulle acque complesse e diramate della nostra società, divisa tra mondo sociale e mondo social, capace di condizionare fortemente la comunicazione e le scelte di adulti e giovani. Josè Luis Moral ha trattato il rapporto tra giovani e Dio, intitolando il suo intervento “I giovani e l’umanizzazione di Dio”. Non è il giovane che non crede più in Dio, ma è la società che spesso allontana l’individuo dal credere in qualcosa che non sia materiale.

 

Nel finale hanno chiuso la mattinata il professore don Renato Butera e tre studenti della facoltà di scienze della comunicazione sociale, Jacopo Balliana, Mariaelena Iacovone e Beatrice Pizzichetti. Butera ha impostato il suo intervento sul valore che il cinema ha nei confronti delle scelte di vita e come esso possa colpire direttamente il mondo giovanile. Sempre il professore insieme alla studentessa, Maria Chiara Lorenzelli, ha riportato l’esperienza lavorativa e di vita di alcuni studenti della facoltà, recatisi a Venezia per seguire dal 28 agosto all’8 settembre il Festival del Cinema 2018.

 

In conclusione Balliana, Iacovone e Pizzichetti hanno riportato l’esperienza di alcuni studenti di facoltà, che si sono impegnati a operare da giuria per le edizioni 2017-2018 e 2018-2019 del Religion Today, specificando quali fossero i criteri di valutazione che hanno portato a decretare il film vincente di quest’ultima edizione del festival.

 

 

 

 

 

6 novembre 2018
AREA-
Le “notizie senza approdo”, che ci fanno avere paura degli immigrati
di Paolo Rosi
Secondo il 7° Rapporto di Carta di Roma, l'informazione sui migranti resta ansiogena e non rappresenta la reale dimensione del fenomeno
19 dic 2019
Il cinema come esperienza religiosa: dialogo tra Ravasi e Tornatore
di Andrea Santoni
Nella terza e ultima giornata del Tertio Millennio Film Fest 2019, spazio all'incontro tra il regista Premio Oscar, Giuseppe Tornatore e il cardinal, Gianfranco Ravasi. Dialogo moderato dal vice direttore de Il Foglio, Maurizio Crippa
14 dic 2019
La musica trap: una trappola per i giovani?
di Luis Estevez Estevez
È di tendenza, anche perché ha un ritmo coinvolgente, ma ha un impatto negativo, per i modelli che presenta. Intervista con il professor Cosimo Alvati
6 giu 2019
Per passare dalle community alle comunità serve aiuto reciproco, obiettivi comuni, ascolto. Relazioni, insomma
di Maria Grazia Tripi
Domenica 2 giugno si celebra la 52° Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. Abbiamo parlato con Tommaso Sardelli sul messaggio del Papa
30 mag 2019
Meno narcisisti e più solidali verso gli altri. Ecco come abitare i social network
di Ermanno Giuca
«Non basta moltiplicare le connessioni per aumentare le relazioni. La rete è una risorsa non uno strumento per dividere» (Papa Francesco).
21 mag 2019
i