martedì 25 giugno 2019
Pallone d'oro: è finita l'era del "duopolio"?
di Dieudonne Baleba Baleba
Modric e Mbappe hanno le caratteristiche per essere premiati Il prossimo 3 dicembre a Parigi. Ma è davvero finito il dominio di Messi e Ronaldo? Si accettano pronostici...

Oltre ai Francesi Kylian Mbappe e compagnia, c'è  anche Eden Hasard il belga, Harry Kane l'inglese, Mohamed Salah l'egiziano e Luca Modric il croato per la successione a Ronaldo come pallone d'Oro FiFa france football 2018. La cerimonia si terrà il 3 decembre a Parigi. Per alcuni non ci sarà sorpresa: uno dei due "tenori", Messi o Ronaldo lo riprenderà. Ma per noi, quest'anno, ci sarà una sorpresa.

La storia della nomina del migliore calciatore mondiale di calcio dalla Francefootball è stata segnata, in questi 10 ultimi anni, dal duo Ronaldo-Messi. I due ex rivali nel campionato spagnolo la liga, sono ciascuno titolare di 5 trofei Fifa France football. Messi(2009, 2010, 2011, 2012, 2015) e Ronaldo (2008, 2013, 2014, 2016, 2017) e sono ancora in corsa per il prossimo che sarà conosciuto il 3 dicembre prossimo.

Tuttavia, ci sono molti che pensano invece che il regno senza precedenti dei due migliori giocatori di calcio in attività, sia ormai alla fine. Stelle nascenti come Kylian Mbappe e Neymar dimostrano che il calcio conosce nuovi talenti; le aspettativesu di loro sono molte. I due grandi ci sorprenderanno ancora, quest'anno, vincendo il sesto titolo individuale? Il pallone d'Oro viene assegnato secondo tre criteri principali. In ordine: le prestazioni individuali e collettive (le vittorie) durante l'anno; la classe del giocatore (talento e fair play; la carriera del giocatore.

Per quanto ci riguarda, scommettiamo su Luca Modric. In vista di una stagione eccezionale quest'anno, conclusa con la vittoria nella champions league, una finale della Coppa del Mondo splendida, Luca conta già il titolo di miglior giocatore della UEFA 2018 e il miglior giocatore nella Coppa del mondo in Russia. Una scommessa forse un po' azzardata, visto che al momento non sta vivendo un periodo felice. Ma proviamo...

Però anche il francese Mbappe dichiara aver messo tutto dalla sua parte per vincere il trofeo:«J'ai mis tous les ingrédients de mon côté pour remporter le Ballon d'Or» Il giovane ha vinto la Coppa del mondo in Russia con la nazionale francese dopo una stagione piuttosto apprezzabile con il Monaco, il suo primo club. Tuttavia la Copa del mondo non è l'unico criterio di selezione per definire il vincitore in quel caso Antoine Griezmann, Paul Pogba e Raphael Varane lo meriterebbero lo stesso. D'altra parte c'è Eden Hazard che ha realizzato una bella stagione con Chelsea e una Copa del mondo splendida, ma non è l'unico: Salah, Mané, Luis Suarez, Neymar, Ngolo Kante, e possono anche loro pretendere al titolo.

 

 Luca Modric durante il mondiale in Russia 2018

 

Mai come quest'anno la lotta è aperta e il risultato incerto. Luca Modric, però, per noi rimane il favorito: è il giocatore che ha dimostrato il maggior talento quest'anno, sapendo che il successo del Real Madrid, negli ultimi tre anni, ha visto la sua grande partecipazione a fianco di Ronaldo e Sergio Ramos. 

La stella di Ronaldo oggi brilla in Italia alla Juventus di Torino; la stella croata potrebbe finalmente brillare con tutta la sua luminosità. 

Per quanto riguarda Messi, quest'anno si è accontentato del campionato spagnolo, con una stagione normale, una coppa del mondo piuttosto catastrofica con l'eliminazione contro la Francia. Messi rimane la mega stella del FC Barcellona ma non il Messi del 2011-2013.

In tutti i casi le "scommesse" sono aperte... in attesa del 3 dicembre, a Parigi.

22 novembre 2018
AREA-
Don Edmond Dembélé: un costruttore di pace in Mali
di Brice Ulrich Afferi
È stato decorato Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica del Mali, per il ruolo che ha avuto nel creare dialogo in momenti di grande crisi. Studia all'Università Pontificia Salesiana
23 giu 2019
di Aldo Lopez Portillo
Ma forse il vero miracolo è quello che è successo dopo che è sopravvissuto all'aggressione: il dialogo con i giovani componenti della banda
3 giu 2019
Ho ottant'anni e da piccola ho imparato tre cose
di Augustine Lourdu Sami
La storia di Caterina Valente, che da bambina ha dovuto lasciare la sua casa per colpa della guerra e non ha mai dimenticato quell'esperienza.
1 giu 2019
Perché le ultime elezioni sono state vinte dai partiti di destra? Ce lo dicono gli elettori di Sabaudia
di Dario Jean
Reportage da una giornata di elezioni sotto la pioggia: si vota contro questa Europa che ha lasciato sola l'Italia sul problema dei migranti.
31 mag 2019
Agricoltura sociale, una nuova prospettiva educativa
di Maria Grazia Tripi
L'agricoltura sociale oggi è una possibilità concreta di sviluppo e di integrazione sociale.Vi raccontiamo una giornata vissuta insieme ad operatori ed utenti.
29 mag 2019
i