venerdì 24 maggio 2019
IL PERSONAGGIO DEL PRESEPIO/3 Il pescatore, che ricorda il mare
di Inna Palini
In fondo, pescare è uno dei modi più antichi di procurarsi il cibo. E poi il pescatore porta nel presepio l'amore per l'acqua e per l'orizzonte aperto

Il personaggio del presepio che preferisco è il pescatore. Non è un personaggio essenziale, ma c'è in quasi tutti i presepi: lungo le rive di un laghetto o di un fiumiciattolo, con la canna pesca e un pesce che guizza nel cestino. Più raramente ho visto la barca con le reti, oppure la bancarella con tutti i pesci esposti per la vendita.

Mi piace il pescatore non tanto per il suo pur importante significato (è lì per ricordare la metafora del pescatore di anime), ma piuttosto perché va a completare la gamma dei personaggi che offrono a Gesù il proprio lavoro: lavori umili, ma utili e costruttivi. In fondo, pescare è uno dei modi più antichi di procurarsi il cibo.

E poi mi piace soprattutto perché mi ricorda l'acqua, e soprattutto il mare. I presepi di solito vengono ambientati in zone montuose, con le montagne che chiudono l'orizzonte. Ma io amo la vastità del mare, la freschezza dell'acqua, il va e vieni delle onde. La pace che si prova stando sulla riva a guardare lontano.

Il pescatore porta nel presepio anche questo mio grande amore.

23 dicembre 2018
AREA-
Una storia di morte e di noia, che interpella la comunità
di Maria Grazia Tripi
Un mese fa un gruppo di giovani ha ucciso Antonio Stano. Una riflessione sul segno che questa orribile vicenda potrebbe dare a tutti coloro che hanno a cuore l'educazione dei giovani.
22 mag 2019
Un treno chiamato immaginazione: alzate la testa
di Andrea Santoni
Vivere oltre il sentito dire, spingersi verso altre infinite realtà della società. La missione di qualsiasi giovane che vuole tornare a tenere alta la testa su un mondo colmo di occasioni
8 apr 2019
Il Romulea Autistic Football Club: la squadra che vince anche quando non arriva prima
di Riccardo De Vito
Ci giocano persone con sindrome di Asperger. È un'esperienza che crea inclusione e fiducia in se stessi
8 apr 2019
L'insegnante più bravo del mondo è un frate francescano, in una zona povera del Kenya
di Brice Ulrich Afferi
Peter Tabichi ha vinto domenica scorsa il premio Global Teacher Prize della Varkey Foundation, che gli è stato consegnato a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti
26 mar 2019
di Gabriella Imperatore
A un mese dalla Giornata Mondiale della Gioventù, il ricordo resta vivo e ha ancora molto da insegnare
3 mar 2019
i