martedì 7 aprile 2020
IL PERSONAGGIO DEL PRESEPIO /6 Maria, e il significato vero e profondo della Nascita
di Marta Immarrata
Maria, colei che sta accanto a Gesù nella mangiatoia, è simbolo di amore universale per gli uomini.

Il presepio, si sa, è sempre suggestivo da vedere e apprezzare in tutte le sue forme e  tradizioni, da quello siciliano, passando per quello napoletano, fino a quello prettamente sacro.

Tutti i componenti del presepio sono belli e singolari da raccontare, ognuno per una ragione diversa, ma quello che rappresenta maggiormente il significato vero e profondo della nascita è lì, al centro di tutto, presente anche nei presepi più miseri e poveri: il nucleo familiare, la sacra famiglia.

Dei tre elementi cardine di tutti i presepi, Maria è proprio quella che è più vicino a Gesù in fasce, coloacata nella capanna nei pressi della mangiatoia, rappresentata con abiti blu o azzurri in segno di purezza e bontà.

Fino al XIV secolo veniva rappresentata sdraiata accanto al figlio, successivamente nei secoli l'iconografia la rappresenta inginocchiata e adorante Gesù.

È la figura che esprime più di tutti  la bontà, la purezza e l'amore più grande e forte verso Gesù, che lo accompagna dalla nascita fino alla morte, simbolo anche del'amore universale; il suo volto sognante e beato esprime gioia e trasmette un senso di serenità, amore, pace. È una figura quindi, che incarna i sentimenti più nobili del mondo.

29 dicembre 2018
AREA-
Tra palestre e libri i giovani costruiscono sogni. L'esempio di Giulia Arpino
di Maria Chiara Lorenzelli, Andrea Santoni
La schermitrice Giulia Arpino è una studentessa che sogna nuovi traguardi sportivi, coniugando da sempre il binomio agonismo e scuola
9 dic 2019
Comunico, quindi educo, quindi faccio politica
di Andrea Santoni
Comunicazione, educazione e politica, quanto queste tre dimensioni possono influire nel percorso dello sviluppo sociale?
22 ott 2019
Don Edmond Dembélé: un costruttore di pace in Mali
di Brice Ulrich Afferi
È stato decorato Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica del Mali, per il ruolo che ha avuto nel creare dialogo in momenti di grande crisi. Studia all'Università Pontificia Salesiana
23 giu 2019
di Aldo Lopez Portillo
Ma forse il vero miracolo è quello che è successo dopo che è sopravvissuto all'aggressione: il dialogo con i giovani componenti della banda
3 giu 2019
Ho ottant'anni e da piccola ho imparato tre cose
di Augustine Lourdu Sami
La storia di Caterina Valente, che da bambina ha dovuto lasciare la sua casa per colpa della guerra e non ha mai dimenticato quell'esperienza.
1 giu 2019
i